il tumore dell’Italia e la barzelletta di Cortina

Chi conosce le più elementari nozioni di marketing o di comunicazione sa perfettamente che per spostare l’attenzione da un problema, o da uno svantaggio, si deve porre l’accento su ciò che più colpisce l’opinione e la sensibilità del potenziale acquirente. In questo modo si fa leva sulla sensibilità e sul bisogno di soddisfazione sottraendo l’attenzione su ben più palesi e, a volte, dannosi svantaggi. La pubblicità serve anche a questo.

E’ esattamente quello che è successo con la barzelletta di Cortina d’Ampezzo.

Come un fulmine a ciel sereno, gli “eroi” (?) del fisco sono piombati a Cortina, tutti i giornali ed i media pronti servitori senza spina dorsale a strillare la notizia; e con numeri da capogiro (scusate se mi vien da ridere mentre scrivo) hanno dichiarato di aver  fatto lievitare i guadagni dei commercianti ( ben il 400%!) e di aver trovato 118  superbolidi intestati a nullatenenti o simili..

….Permettetemi una sonora risata!

Nel frattempo, chi aveva qualche soldo investito si è visto arrivare un ladro in casa che gli ha sottratto denaro direttamente dal proprio conto corrente: avete presente quando vi clonano la carta di credito o il bancomat? Ecco! stessa cosa: due ladri!

il popolino si sarà sicuramente divertito ascoltando la notizia di Cortina, non sapendo che i veri evasori, quelli che i soldi li hanno per davvero ma nessuno lo sa, quelli che hanno esaurito le cassette di sicurezza delle banche svizzere, si trovavano da tutt’altra parte. Pertanto, i servi del potere hanno fatto passare con “sensazionale” una notizia che realmente ha ben poco di sensazionale ma che dovrebbe essere la normale routine (e poi non serviva andare a Cortina, era sufficiente andare al PRA e farsi dare una lista: avremmo avuto meno costi per trovare i superbolidi o i Suv ..ma chissenefrega tanto paghiamo noi contribuenti!)

Basta dare il biscottino al cane per distoglierlo da qualcosa, proprio come stanno realizzando questi complici dei banchieri.

– Con il nuovo calcolo hanno aumentato l’ICI di quasi il 60%!
– Hanno prestato soldi alle banche all’1% di interesse, le quali hanno comprato BOT al 6% guadagnando con soldi non loro il 5%, il 5% che lo stato dovrà ritornare per saldare il suo debito, debito che pagheremo noi e solamente noi.
– Le stesse banche ti prestano soldi per mutui con uno spread che va dal 3 al 6% (praticamente impossibile da affrontare)…soldi che ovviamente non hanno!!
– Se avete 1000 euro investiti pagherete 34,20 euro di tassa (lo chiamano bollo?)
– Se ne avete 50.000 ne pagherete ben 75!

ieri in Parlamento i nostri “bravi” parlamentari (TUTTI QUANTI) hanno approvato un emendamento, (TENUTO BEN NASCOSTO TRA ALTRE LEGGI IN APPROVAZIONE…) sulla cosiddetta “Legge mancia”, portando da € 50.000.000,00 a €150.000.000,00 (avete letto bene gli zeri??) il benefit relativo alla parte dell’indennità spettante ad ogni singolo parlamentare eletto nel proprio territorio di competenza.

Oggi ho avuto notizia di ben 3 licenziamenti e non si trattava di giovani ma di padri di famiglia!

..e vi vengono a raccontare di Cortina…!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...